Laura Pausini, parla di amore, figli e del nuovo album

di Blogger Commenta

 La regina del pop sta per tornare, ma dosa molto bene i suoi interventi con la stampa, Laura Pausini ha parlato, meglio sarebbe dire, scrive per la prima volta raccontando di quanto ha fatto in questi due anni di assenza dalla vita pubblica. Lo fa via mail con un giornale online messicano raccontando che si è dedicata completamente alla sua famiglia, ai suoi cari, al suo compagno Paolo Carta, un bambino non è ancora arrivato, sono in molti a pensare che abbia smesso di volerlo, ma i figli non si programmano come un concerto, dice: “Verrà quanto il Signore vorrà”, conclude Laura Pausini.

Seguendo quella che è la scaramanzia dei numeri, che per Laura Pausini è l’11, il suo nuovo singolo uscirà l’11 settembre, il titolo “Benvenuto”, l’11 novembre, invece, toccherà all’album, l’11.11.11, ed è anche l’undicesimo della sua carriera: “E’ un gioco di numeri che spero porti fortuna, teniamo le dita incrociate”. Da Los Angeles a San Francisco, passando per Roma. Laura ha praticamente girato, nuovamente, il mondo per mettere a punto gli ultimi dettagli dei brani inediti.

Per Laura Pausini sono stati due anni molto importanti, come detto, ha voluto stare lontana da televisione e concerti anche vivere una vita normale, ma anche per scrivere molto: “Ho una casa a Milano e una a Roma e ho comprato una casa ai miei genitori e a mia sorella in campagna, dove abbiamo anche costruito il mio studio di registrazione. Abbiamo inciso l’album lì”.

Anche Laura Pausini, come Vasco Rossi, e molti alti artisti, ha scelto i social network per arrivare direttamente ai suoi fan, per raccontare curiosità e chicche, tiene particolarmente al suo sito ufficiale laurapausini.com aggiornato tutti i mesi con le novità salienti e il sito del suo fan club: laura4u.com.

A favore della tecnologia, Laura Pausini alla rivista messicana svela di essere a favore dei social netwok, l’informazione è immediata, ma si sta perdendo il gusto di scoprire le cose lentamente, se andiamo avanti in questo modo, i giornalisti avranno davvero poco da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>