Mina, è “Piccolino” il nuovo album, ma è un grande ritorno

di isayblog4 Commenta

Adesso Mina ha 71 anni, ed ancora rappresenta la numero uno in Italia, da quando decise di ritirarsi dalle scene, non la si vede più in giro, ma la sua voce non ha mai lasciato gli italiani. Sono passati trent’anni da quel giorno, ed ogni volta che esce un suo disco, diventa immediatamente un successo. Trasgressiva, scoppiettante, anche un po’ erotica, quando Mina apparve fu un esordio deflagrante. Impressionò almeno quanto lasciò perplessi i tanti fan quando nel 1978 decise di ritirarsi e non mostrarsi più in pubblico. In questi anni ha pubblicato quattro brani extra che sono finiti nel film di Aldo, Giovanni e Giacomo, e tre nuovi dischi, il più recente album è su tutti gli scaffali dei negozi di dischi, si chiama Piccolino.

Quando poco più di un mese fa aveva postato sul suo sito e sulla pagina Facebook un brano sperando che l’autore, che Mina non riusciva a ritrovare, si facesse vivo, molti avevano storto il naso, pensando fosse una pensata dell’ultima ora, un’operazione commerciale, propaganda per il nuovo album “Piccolino”. Massimiliano Pani, figlio di cotanta madre, aveva spiegato che ogni anno arrivano tre o quattro mila brani musicali che vengono catalogati, Mina li ascolta tutti, a volte può capitare che qualche informazione sfugga. Il mistero, manco a dirlo, si è svelato nel giro di qualche giorno: una canzone che era arrivata a casa Mina una quindicina di anni prima: musica di Mario Nobile e parole di Paolo Limiti che di musica ne ha scritta già molta per Mina. La favola di Cenerentola e la sua scarpina.

Tutto sommato una bella storia per l’aliena, così come appare Mina sulla copertina del nuovo album “Piccolino”, l’invisibile, solo una voce per molte generazioni di oggi. Una favola che gli altri scrivono e lei straordinariamente interpreta. Dieci brani (quattordici nella versione deluxe), diversi autori chiamati a collaborare. La sorpresa sono le due canzoni che arrivano dalla penna di Giuliano Sangiorgi dei Negramaro: “Brucio di te” e “Così sia”. Mina ha confessato: “Giuliano canta da paura. I provini che mi ha mandato sono splendidi. I pezzi molto belli. La cantante è carente se confrontata con l’onda d’urto della sua voce. No, non è vero, me la cavicchio anch’io”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>