Giorgia, primo su iTunes il nuovo album “Dietro le apparenze”, da venerdì in radio il nuovo singolo

di Blogger Commenta

 La dimostrazione pratica che Giorgia è uno degli artisti italiani più amati lo dimostra il fatto che il suo nuovo album “Dietro le apparenze” è subito arrivato in prima posizione della classifica iTunes degli album più venduti. Il singolo d’anticipo dell’album Il mio giorno migliore è il più gettonato dalle radio nazionali, un brano simpatico, che non vuole trasmettere chissà quale principio o valore, senza pretese, forse, ma decisamente molto orecchiabile, il classico tormentone estivo. Gradevole anche il video che accompagna “Il mio giorno migliore”, con una Giorgia mai vista, immersa nei colori, balla e trasmette buonumore.

Cavalcando l’onda dello strepitoso successo, da venerdì 9 settembre approderà in radio il nuovo singolo sempre estratto dall’album “Dietro le apparenze”, “E’ l’amore che conta”, questo è il titolo, ed oltre alla bravura di Giorgia, porta la firma autorevole di Busbee, che vanta collaborazione con i nomi più quotati del mondo della musica pop mondiale, Katy Perry, Timbaland e Anastacia.

Un album importante che celebra degnamente il periodo positivo di Giorgia, che è diventata da poco mamma, un momento personale felice che si sente tutto nel nuovo album che conta sulla collaborazione di artisti italiani che hanno scritto per lei alcuni brani, Eros Ramazzotti che le regalato “Inevitabile” e Jovanotti che ha scritto “Tu mi porti su”, la vita privata si fonde con quella professionale, Giorgia ed il suo compagno Emanuel-Lo, a quattro mani hanno scritto alcuni brani.

Una simpatica curiosità, nel singolo “Il mio mondo migliore” c’è una piccola traccia audio della voce del bambino di Giorgia, entrato in cerca di attenzioni nello studio di registrazione casalingo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>