Claudio Baglioni a Lampedusa con “Sùsiti”, cinque ore di musica solidale

di Blogger 4

Un mega raduno solidale si è tenuto a Lampedusa per cercare di rilanciare la stupenda isola siciliana che in questi ultimi mesi è balzata alla ribalta delle cronache non per lo splendido mare meta turistica di italiani e stranieri, ma per gli sbarchi di migliaia e migliaia di immigrati che sono arrivati dalle coste africane arrivando in numero a superare quelli degli abitanti dell’isola. Il sempre solidale Claudio Baglioni si è dato da fare ed ha organizzato una tre giorni di eventi musicali il Lampedusa sùsiti che tradotto in simultaneo dal siciliano all’italiano significa “sollevati”.

All’organizzazione ha partecipato anche la Nazionale Italiana Cantanti, che ha festeggiato anche i 30 anni della fondazione, dall’Associazione Artisti Amici e dalla fondazione O scià, l’altro evento strettamente legato a Claudio Baglioni che ogni anno riunisce grandi nomi di personaggi dello spettacolo e della cultura sia nazionali che internazionali, sempre a scopo benefico.

Ad anticipare il concerto una partita di calcio amichevole tra la Nazionale Italiana Cantanti e il Lampedusa Calcio, poi grande spazio alla musica, sul palco con Claudio Baglioni anche Enrico Ruggeri, Luca Barbarossa, Marco Masini, Paolo Vallesi, Povia, Paolo Meneguzzi, Riccardo Fogli, Giò di Tonno, Davide De Marinis, Sonhora, Paolo Mengoli , Sandro Giacobbe, cinque lunghe ore di musica per le cinquemila persone presenti.

A dare il via è stato Claudio Baglioni cantando l’Inno di Mameli così come in chiusura ha dedicato Nel blu dipinto di blu a Domenico Modugno, che Lampedusa ha adottato e che, soprattutto all’estero, considera il brano italiano che più rappresenta l’Italia con il suo “Volare oh oh”.

Claudio Baglioni racconta anche di una telefonata scambiata con il Premier Silvio Berlusconi, che si complimentava con lui e ricordando che, in fondo, loro due sono colleghi, Però io non ho mai fatto il presidente del Consiglio, no certo, ma scrivono entrambi canzoni. Grande risate del pubblico ed un lungo applauso.

Commenti (4)

  1. Claudio non saprò mai se leggerai questa e-mail, ma voglio crederci! Ti seguo da quando ero una timida adolescente, ora ho solo 46 anni ma quando parlo di te il tempo sembra che non sia passato! Per quanto riguarda il tuo impegno per Lampedusa non può che essere un’ulteriore conferma di quanto sei grande. Il nostro premier si commenta da solo.
    Ciao al prossimo concerto spero prestissimo
    Ina

  2. claudio sei un grande!!!!

  3. Claudio sono una tua fans da oltre 30 anni ,da piccola ricordo di averti visto al tuo primo concereto ad Agrigento allo stadio Esseneto, sono rimasta molto contenta ,sai mi piacciono tutte ,ma propio tutte le tue canzoni ,in particolare una ……….. IL NOSTRO CONCERTO…. cantata da te con ORIETTA Berti……. sei grande

  4. Ho detto sempre hai miei parenti che se un giorno nn dovrò essere più in vita vorrei ….che tu …. oppure qualche ragazzo che abbia la stessa tonalità di voce….. mi cantassi il nostro concerto in chiesa ………….. sei speciale ………. ANNA FARRUGGIO… da Canicattì…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>