Luca Carboni, il nuovo album di inediti uscirà a settembre

di Blogger Commenta

 Il nuovo album di inediti di Luca Carboni arriverà a settembre, tutti brani inediti, ma la buona notizia è che, forse entro giugno, sarà in rotazione radiofonica il nuovo singolo che andrà ad anticipare l’album che sarà pubblicato su etichetta RCA/Sony Music. Per il cantautore bolognese il prossimo rappresenta il quindicesimo album della sua carriera che arriva a distanza di cinque anni dalla pubblicazione di “Musiche Ribelli”, dedicato ai cantautori italiani degli anni 70-80. Per il momento non si sa ancora nulla, né dell’album, né tantomeno del nuovo singolo di Luca Carboni, il cantautore fa sapere che sta terminando in questi giorni le registrazioni dei 10 brani che faranno parte dell’album.

La carriera di Luca Carboni, è lunga e significativa, a soli 14 anni fonda il gruppo Teobaldi Rock, nel 1984 esordisce come solita. Nel 1987 pubblica l’album Luca Carboni, , il primo singolo estratto è “Silvia lo sai”, che racconta con delicatezza il dramma di un amore adolescenziale travolto dalla droga. La canzone diventa l’inno di una intera generazione, come il secondo estratto “Farfallina”, una canzone tenera e struggente sul desiderio di amare.

Luca Carboni entra di diritto il primo posto delle classifiche di vendita con 700.000 copie, ci rimarrà per oltre un anno. Lo stesso album viene pubblicato in spagnolo, due tour di successo lo consacrano definitivamente, ma Luca Carboni, non ama molto i media, quindi, se può scappa, il suo carattere schivo non lo fa troppo amare dalla critica.

Registrato all’Isola d’Elba, esce a gennaio 2009 “Musiche ribelli” che contiene cover di altri cantautori degli anni 70 e 80, da Eugenio Finardi a Enzo Jannacci, Francesco De Gregori, Edoardo Bennato, Pierangelo Bertoli, c’è anche “La casa di Hilde” di Francesco De Gregori che canta in duetto con Riccardo Sinigallia. All’album segue un lungo tour di successo.

Sono tanti i brani che Luca Carboni, ha inciso, mantenendo intatto il suo carattere intimista, le parole che portano sempre a riflettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>