AL GUSTO DI… KACHUPA!

di L. F. Commenta

La Kachupa è un piatto tipico di Capo Verde, a base di verdura, frutta, legumi, cereali e pesce, ingredienti poveri ma ricchi di vitamine e vita! L’anima dei Kachupa (la band in questo caso) si rispecchia proprio in questa semplice zuppa, simbolo di semplicità e di amore verso la natura. La Kachupa Folk Band, non a caso, nasce come band di strada, e di “polvere” ne ha mangiata davvero tanta, viaggiando per tutta l’Europa!

Credit: immagine gentilmente concessa dall’ufficio stampa Parole & Dintorni

All’inizio, come in una fiaba di tutto rispetto, c’era solo un piccolo carretto sul quale il batterista suonava cassa e pentole e il resto della band si dava da fare intorno alla carovana! Un carretto decisamente magico che ha fatto vendere circa 5000 CD, in Italia e Francia. Iniziano a poco a poco ad arrivare e-mail di approvazione e richieste per ospitare i Kachupa a feste, matrimoni, sagre e via dicendo! Così la band decide di entrare in uno studio di registrazione e fare un CD “serio”, dal titolo “Gabrovo Express” , disco molto fortunato perché dopo pochi mesi viene premiato da Radio Popolare Network al MEI di Faenza come miglior disco autoprodotto del 2006. Sempre nello stesso anno, “Gabrovo Express”, esce in edicola in allegato alla rivista “World Music Magazine”, l’energia Kachupa aumenta e la band inizia a suonare in prestigiosi festival e rassegne dividendo il palco con importanti artisti quali, Bennato, Piscopo, Finardi, Capossela… fino a suonare alla Notte della Taranta 2010 come vincitori del concorso “Note per la notte”.

Ma il successo vero arriva quando la Kachupa Folk band partecipa alla mitica trasmissione “Quelli che il calcio” condotta da Simona Ventura su Rai2! Arriva poi la chiamata per “I Raccomandati” condotta da Carlo Conti su Rai 1… Nonostante il grande successo di pubblico, però, i Kachupa non tradiscono la loro vera anima, continuando a fare spettacoli in strada con toni fiabeschi e talvolta surreali.

Ad ottobre 2011 vincono il premio Sanremo Village 2011 e in dicembre vengono proclamati vincitori di “CartaSI Area Sanremo 2011”.

Nel 2012 vengono proclamati “The Absolute 2012” vincendo il primo premio delll’ “Inedited World Music Festival” di Rimini ed una produzione a Londra negli studi di BLUEY MAUNICK, chitarrista fondatore e produttore della band internazionale INCOGNITO e nello stesso anno la partecipazione all’Umbria Mei Folk Festival 2012.

Ora è in vendita nei negozi di dischi e in digital download l’ultimo progetto discografico dei Kachupa, “Terzo Binario”. Il cofanetto (cd + libro – Incipit Records – distr. Egea Music) contiene il disco “Terzo Binario”, in cui i Kachupa riassumono anni di musica di strada e di grandi palchi, di tradizione e modernità, in un connubio di sonorità tra la pizzica e la taranta, tra la musica del Mediterraneo e dei Balcani. Nel cofanetto è inoltre presente il libro “Se La Tartaruga S’Abbronza” (a cura di Mauro Borra, prefazione di Carlo Petrini e Gianmaria Testa), che ripercorre, con leggerezza e ironia, la particolare storia della band e dei tanti artisti incontrati in giro per il mondo.

I Kachupa, per finire, sono inoltre ambasciatori del progetto “Mille Orti in Africa” di Slow Food. Parte del ricavato dalle vendite del cofanetto “Terzo Binario” verrà, infatti, devoluto all’associazione per contribuire alla realizzazione di orti che tutelino la biodiversità e rappresentino un’esperienza comunitaria per generazioni e contesti sociali diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>