Club Dogo feat. Datura, testo e video nuovo singolo “Erba del Diavolo”

di Blogger Commenta

Ecco di nuovo i Club Dogo, questa volta non sono soli, ma con la leggenda della dance anni Novanta Datura, per cantare “Erba del Diavolo”, estratto dall’ultimo album di successo “Noi Siamo il Club”, uscito da poche settimane ed in cima alle classifiche ufficiali di vendita Fimi degli album più vendute. Un ottimo successo di pubblico. È un inno a quel che è facile intuire dall’esibizione del trio rap milanese che, nonostante riceva critiche da più parti, continua per la sua strada. L’accusa dei fan degli inizi è stroncante, i più apprezzano, e tanto basta.

Il video ufficiale del nuovo singolo, già disponibile su YouTube, vede Don Joe, Jake La Furia e Guè Pequeno trasbordati a New York, a bordo di una limousine, che cantano sui tetti o circondati da stupende ragazze in un pub. Per la promozione del nuovo album Noi siamo il club, i Club Dogo sono molto impegnati fra live in tutta Italia, quasi tutti sold out, concerti e presentazione dell’album instore.

E per quanto riguarda le critiche, se sono costruttive, hanno un peso, in caso contrario sono solo parole. Il consenso del pubblico sancito dalla Classifica Fimi premia i Club Dogo, questo è quel che conta, lo dimostrano le visualizzazioni che raccolgono in rete.

Testo “Erba del Diavolo” – Club Dogo feat. Datura
Datura… Club Dogo… Don Joe… La Furia… Pequeno… L’Erba del Diablo… L’Erba del Diablo… Club Dogo… L’Erba del Diablo…
(Rit)
[Don Joe]
DJ suona questa roba più alta
quando esce dalle casse ribalta
rimaniamo dentro al club fino all’alba
nel privè bruciamo l’Erba del Diablo.
Alza ancora un po’, che la sento davvero
e noi ce ne freghiamo se ti piace o no!
Versa ancora un po’, sto più in alto del cielo
quando brucio l’Erba del Diablo.
[Jake la Furia]
Sono l’eletto, electro, cresciuto con la techno,
col cuore a 180bpm dentro al petto,
la mia lingua è peggio di tutte le spade dentro al trono,
La Furia dei Club Dogo ha la furia di Khal Drogo.
Le palle belle vuote, le tasche belle piene,
meglio un tavolo all’inferno che un posto in piedi nell’Eden.
Sono il piatto forte, il piatto caldo, il piatto più la Puglia
sono piatto contro il muro quando passa la pattuglia.
Frate questa è l’erba del diavolo,
è fuoco e paura, è il Dogo e La Furia,
1 2 3 la musica, zio la fine del mondo, la meta oscura.
La metrica fonde la traccia del tratto,
sangue freddo zio: velociraptor.
Il più esperto di questi mocciosi, giovane-vecchio: Benjamin Button.
Sono il doppio di questi MCs, rappo una volta e ho fatto il bis,
solo 16 delle mie barre bastano a fare un greatest hits,
allucinogeno frate, una droga di 7 note, pure se il vero peyote
quello per cui vado fuori sono soltanto le banconote!
(Rit)
DJ suona questa roba più alta…
[Guè Pequeno]
Fanculo al GF, a Sanremo e pure a te,
l’unica ps che mi piace è la PS3,
sono cresciuto fumando all’angolo,
adesso vinco sempre come faccia d’angelo.
Entro nel posto e il soffitto poi cade,
non fare il grosso, ricorda che a fare ‘sta roba sono tuo padre,
come Darth Vader (sono tuo padre!).
Cantano tutti se tiro giù il fader,
chiamami capo (capooooo!), chiamami dopo, sono impegnato,
asciugo col mocho per terra da quanto ho bagnato!
Non metto una rosa tra i denti, sul petto una rosa dei venti,
figlio di Annibale, il flow cannibale, tu pagami gli alimenti,
e quando mi vedi nel club dici “Mio dio, jahvè, jahguè!”,
non sono gangsta, io sono guengsta e faccio guengsta rap.
Mi vuoi odiare? Fai pure, tanto siete già in molti,
(dici che) non lo fai per i soldi
(solo se) non hai mai fatto i soldi.
L’invidia è erba del diavolo,
io me la fumo al tavolo!
(Rit)
DJ suona questa roba più alta…
Esce il nuovo dei Dogo, dirai “escono pazzi” (i Dogo escono pazzi!),
vengono giù i palazzi (vengono giù i palazzi!)
quando pompo ‘sti bassi (Club Dogo, l’Erba del Diablo!).
Me ne fotto della mia brutta reputazione (frà questa è erba del diavolo!),
è un’allcinazione (frà questa è erba del diavolo!),
fumo la piantagione (Club Dogo, l’Erba del Diablo!).

Video “Erba del Diavolo” – Club Dogo feat. Datura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>