Laura Pausini, video ufficiale e testo del singolo “Mi tengo”

di Redazione Commenta

È online da qualche ora il video ufficiale del nuovo singolo di Laura Pausini, “Mi tengo”, il quarto estratto dall’ultimo album “Inedito”, pubblicato l’11 novembre 2011, quel fatidico 11.11.11 di cui si era tanto parlato, ed arrivato dopo due anni di allontanamento volontario della scena musicale per riprendere contatto con la vita di tutti i giorni e stare vicina alla sua famiglia. Il ritorno era molto atteso, e le vendite di un milione di copie in tutto il mondo ne sono la prova.

Il video del singolo “Mi tengo” è molto più semplice dei precedenti, ad esempio in “Benvenuto” impersonava una perfetta hippy, il regista Gaetano Morbioli ha circondato Laura Pausini di un gruppo di donne e uomini a petto nudo, fra cui Gianluigi Fazio, suo collaboratore artistico e unico corista maschile, le sussurrano la canzone all’orecchio, la abbracciano e la sfiorano dolcemente, parla delle persone che ha incontrato in passato, un confronto in cui vuole ricordare solo il lato positivo della relazione, qualsiasi essa sia stata.

Il video ufficiale di “Mi Tengo”, era parzialmente stato presentato in occazione del concerto di Laura Pausini del 18 marzo al Nelson Mandela Forum di Firenze, è stato pubblicato in esclusiva su MSN, da domani sarà in rotazione sui canali musicali televisivi.

video“>Video nuovo singolo Mi tengo di Laura Pausini

Testo nuovo singolo “Mi tengo” Laura Pausini
Mi tengo molto più di quel che perdo
Io lascio andare te ..
Non il ricordo!!
Mi tengo gli anni .. quelli dell’incanto
Verranno gli altri poi .. te li racconto
Perchè con te ho imparato che felici lo si è senza un miracolo
Con te guardare dalla stessa parte .. era già quello uno spettacolo
E poi ho capito che dorme di meno chi ama un po’ di più
Mi tengo certi brividi alla schiena ..
Perchè fermarli non ne val la pena
Mi tengo pure una ferita aperta
Di aver ragione .. cosa me ne importa?
Perchè non c’è una colpa da cercare .. se non c’è nessun colpevole!
C’è solo un’altra strada da trovare
Non c’è il forte .. non il debole
Ma mentre tu dormivi .. io spiavo il cielo:
vedevo stelle alzarsi sulle punte e buttarle su te
Fino a riempire la stanza della luce più bella che c’è
Fino a riempire la vita della luce più bella
Mi tengo le cose che hai detto alla porta .. la fitta sul petto e i fiori di carta
Perchè non c’è una colpa .. c’è una fine
E in mezzo il bene che rimane
Mi tengo la tua rabbia .. se ti pare
La mia, ti giuro, l’ho lasciata andare!
Se siamo stati parte di uno sbaglio ..
A volte anche qualcosa di un po’ meglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>