IL MADE IN ITALY CHE FA IMPAZZIRE LA GERMANIA!

di isayblog4 Commenta

I tormentoni non lasciano indifferenti neanche i tedeschi e proprio un giovanissimo italiano sta facendo impazzire l’intera Germania con la sua allegrissima “Danzare”! Scopriamo più da vicino il “made in Italy” che piace oltre confine!

Credit: foto concessa da Warner Music Italia

Canta in italiano, la sua lingua, e fa ballare tutta la Germania, rapita dall’allegria delle note di “Danzare”… Lui ha 22 anni, è nato in Italia, ma è cresciuto in Germania, a Bamberg. Figlio, quindi, di quelle terre meridionali dove il successo e la soddisfazioni personali sono difficili da raggiungere, emigrato nel suolo tedesco, Vito Petracca, in arte “Vito Lavita” è la personificazione del classico italiano all’estero che conquista la fama e la simpatia di tutti con il suo fascino impeccabile da meridionale doc.

La sua canzone è continuamente passata dalle radio ed il suo video è cliccatissimo! Video che è stato girato proprio a Bamberg, ma con la chiara intenzione di evocare la Sicilia (forse un po’ stereotipata), tra coppole, bretelle, donne con vestiti a fantasie floreali a gonne larghe, carnagioni scure, ombrelloni, motorini, peoplewatching dal bar, gente in piazza, nonni che giocano a carte e nonne ballerine che comprano i pomodori dal contadino sceso in paese con l’ape piaggio. Ma, nonostante i tanti cliché (quasi tutte le parole e le espressioni utilizzate sono quelle che i tedeschi conoscono, forti del loro dizionario essenziale per le loro immancabili vacanze italiane), alla fine non si può che sorridere perché non offende comunque la vera identità della nostra nazione anzi… il video rischia addirittura di fare venire voglia a un tedesco di venire a passare le prossime vacanze sulle nostre bellissime coste. Un paio di idee del video, dice con orgoglio Vito Petracca, “arrivano anche da me: minimo due volte all’anno sono in Italia, vado a trovare mia nonna e i miei zii; quando sono giù giro con la Vespa o vado con mia nonna al mercato: queste cose esistono lì, tutto ciò non ha nulla a che fare con l’offendere l’Italia”.
Formazione da elettrauto, un passato da commesso in un negozio di abbigliamento, Vito è figlio di un musicista e ha iniziato a far musica sei anni fa a Norimberga, dove vive. I suoi modelli? Eros Ramazzotti (con cui sogna di duettare un fiorno), Laura Pausini, Tiziano Ferro, Max Pezzali. “Danzare” è il suo primo singolo ed è stato pubblicizzato come Sommerhit prima ancora che uscisse ufficialmente su CD: il pezzo è prodotto da Goar B., lo stesso manager di “Mambo No. 5”; il featuring è affidato a Toni Tuklan, che ha già collaborato con Sean Paul; la Warner Music ha fatto elaborare una coreografia originale per il video e i passi si possono imparare seguendo un filmato sul sito del cantante e su YouTube. Vito è inoltre già stato ospite di diverse televisioni tedesche.
“Danzare” è arrivata anche in Romania e Israele e potrebbe sbarcare presto in Francia. Intanto Vito lavora a un album. Riuscirà questo giovane talento a sfondare anche nella sua Madre Terra?

Ma “Danzare” non è il solo tormentone dell’anno cantanto da un volto nuovo, a contendersi il titolo c’è anche “Fa Talmente Caldo”, il brano fresco, freschissimo, immediato e semplice (da tormentone, insomma) con cui debutta Andrea Debegnac. Andrea si definisce un temporary artist e, così dice, la canzone con cui spera di spopolare è nata di getto all’uscita da un ristorante cinese a Milano. “Colpa” degli involtini primavera?

Scherzi a parte, noi incrociamo le dita per i due artisti italiani (e per tutti gli altri naturalmente) perché meritiamo di farci conoscere nel mondo per i nostri indiscussi e tanti talenti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>