COEZ, TENIAMOLO D’OCCHIO!

di L. F. Commenta

Arriva Coez, l’artista del mese di MTV Generation. Romano doc, dopo diversi anni passati da writer a dipingere per la città, è ora la nuova scommessa musicale targata Carosello Records.

Coez inizia il suo percorso musicale a 19 anni. Il suo mondo è il rap e, la passione per la scrittura, lo porta subito a essere notato. Intraprende il suo primo progetto rap, insieme a Franz e Nicco, compagni alla Scuola Cinematografica. Insieme, danno vita al gruppo “Circolo Vizioso”, producendo il primo demo mixtape omonimo e, dopo un paio di anni, il primo disco ufficiale, chiamato “Terapia”.

Coez sente l’esigenza di scrivere da solo… è così che, a fine 2009, nasce il suo primo album da solista: “Figlio di Nessuno”. La vera svolta arriva con l’uscita del singolo e del video “Nella casa”, che portano l’artista ad affermarsi sulla scena nazionale.

Inizia, successivamente, la collaborazione con Sine: “E invece no” è il brano che raggiunge in soli due mesi migliaia di visualizzazioni su Youtube e una diffusione senza precedenti grazie al passaparola sui social network.

Nel corso del 2011 Coez si avvicina all’elettronica con “Fenomeno Mixtape”, in cui prosegue la strada artistica già intrapresa. “Senza Mani”, uscito il 24 settembre 2012, è la conclusione di questo percorso musicale e del progetto aperto con Sine.

Ma la vera svolta arriva lo scorso anno quando inizia una stretta collaborazione con Riccardo Sinigallia che riesce a valorizzare Coez, nato dal mondo rap, inserendolo in un contesto crossover dove musica e testi si amalgamano alla perfezione. Ne esce un album fortemente emotivo, dai testi emozionali e pieni di riferimenti forti e diretti. Le melodie, invece, spaziano dal pop all’elettronica, creando una magica alchimia in grado di trasportare l’ascoltatore all’interno di atmosfere intime e suggestive.

Le soddisfazioni non tardano ad arrivare e MTV, appunto, sceglie Coez come artista del mese di MTV Generation.

In attesa dell’uscita dell’album (si aspetta ancora la data definitiva d’uscita) possiamo già goderci il primo estratto: “Mani sporche”.

reditis: Federico Cangianiell

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>