Festival di Sanremo 2012, Arisa testo “La notte”

di isayblog4 Commenta

Reduce dal successo del suo ruolo di giudice di X Factor 5, dove ha ottenuto un successo personale, Arisa non ha mai nascosto il desiderio di partecipare al Festival di Sanremo 2012. Così è stato, alla kermesse presenterà “La notte”, brano che racconta del dolore di una donna per la perdita di un amore e la solitudine che assale in quei momenti. Arisa ha da poco pubblicato il suo primo romanzo, “Il paradiso non è un granché”, cosa di cui non ci meravigliamo più di tanto, ormai sono diventati tutti scrittori.

Arisa non è nuova al Festival di Sanremo, la sua prima volta ci era stata nel 2009, con “Sincerità”, un ritornello che era immediatamente diventato un simpatico tormentone, ancora più intrigante per quel modo di presentarsi dell’artista, grandi occhialoni, labbra rosso fuoco e nessuna aria da vamp. L’anno successivo ci ha riprovato con “Malamorenò”.

Il brano sanremese farà parte del nuovo album di Arisa, “Amami”, il suo terzo album in uscita il 15 febbraio.

Testo “La notte” Arisa
Non basta un raggio di sole in un cielo blu come il mare
perché mi porto un dolore che sale che sale
Si ferma sulle ginocchia che tremano e so perché
E non arresta la corsa lui non si vuole fermare
perché è un dolore che sale che sale e fa male
Ora è allo stomaco fegato vomito fingo ma c’è

E quando arriva la notte e resto sola con me
La testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché
Né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà
La vita può allontanarci l’amore continuerà
Lo stomaco ha resistito anche se non vuol mangiare
Ma c’è il dolore che sale che sa e e fa male
Arriva al cuore lo picchiare più forte di me
Prosegue nella sua corsa si prende quello che resta
Ed in un attimo mi scoppia la testa
Vorrebbe una risposta ma in fondo risposta non c’è
E sale e accende gli occhi il sole adesso dov’è
Mentre il dolore sul foglio è seduto qui accanto a me
Che le parole nell’aria sono parole a metà
Ma queste sono già scritte e il tempo non passerà
Ma quando arriva la notte e resto sola con me
La testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché
Né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà
La vita può allontanarci l’amore continuerà
E quando arriva la notte e resto sola con me
La testa parte e va in giro in cerca dei suoi perché
Né vincitori né vinti si esce sconfitti a metà
La vita può allontanarci l’amore continuerà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>