Festival di Sanremo 2013, Fabio Fazio esclude minorenni ed ex talent

di Blogger 2

Sembra che Fabio Fazio abbia tutte le buone intenzioni di stravolgere il Festival di Sanremo 2013, quasi volesse tornare alle origini, in buona sostanza, quando per accedere all’ambito palco della kermesse sanremese, bisognava avere alle spalle una carriera di anni. A differenza di Gianmarco Mazzi che puntava più a personaggi con un forte appeal televisivo, lui punta ad alzare i livelli, a privilegiare la musica e non il personaggio.

Questo è quanto ha spiegato Fabio Fazio presente al Pavarotti Friends tenutosi qualche giorno fa a Modena per commemorare il grande Luciano Pavarotti. Il nuovo conduttore ha dichiarato che sta lavorando da mesi sul Festival di Sanremo 2013, l’impegno di direttore artistico è decisamente complicato.

In linea di massima Fabio Fazio conferma la sua intenzione di non far eliminare gli artisti, ma le canzoni, per questo aveva lanciato l’idea di far loro cantare due canzoni che potrebbero permettere ai cantanti di presentare due brani diversi fra loro, uno in linea con la tradizione sanremese, l’altro un po’ più azzardato. E’ solo un’ipotesi che potrebbe comunque realizzare, del resto, la reticenza dei cantanti a partecipare, è proprio il timore di essere eliminati, che mette a rischio le loro carriere.

Un’altra novità potrebbe essere rappresentata dall’eliminazione a priori di minorenni ed ex allievi di talent show. Questo significherebbe non vedere al Festival di Sanremo 2013 un clone dei vari “Io canto” e “Ti lascio una canzone”, ma anche non vedere salire sul palco gli idoli dei giovani che sono poi la maggior parte dei televotanti. Per quanto riguarda i minorenni, spiega Fabio Fazio, i ragazzi al di sotto dei 18 anni dovrebbero pensare solo la scuola e non al mondo dello spettacolo, a rischio di passare per un bacchettone.

Sul fronte artisti del Festival di Sanremo 2013, si mormora che ci siano già delle adesioni, fra cui Gino Paoli, ma sono solo a livello chiacchiere. Per la “valletta”, si parla insistentemente di Alessia Marcuzzi, non dovrebbe mancare neanche Luciana Littizzetto, forse solo come ospite. Si mormora anche di Saviano che, a quanto si dice, dovrebbe percepire un compenso di circa 200 mila euro a serata. Ma anche questo non è confermato.

Ed a proposito degli ex talent show, nei giorni scorsi Pierdavide Carone ha avuto modo di commentare questa decisione. Lui pensa di poter essere uno fra i penalizzati poichè proveniente da Amici. Insomma, Fabio Fazio vuole un Festival di Sanremo 2013 ripulito da cantanti meteora e enfant prodige dall’ugola d’oro. Dunque, si dovrà essere maggiorenni, forse già con produttore, un disco pronto da pubblicare e, soprattutto, non aver partecipato ai vari Amici, X Factor e quant’altro di simile.

Commenti (2)

  1. il problema non è chi partecipa ma scegliere delle canzoni valide e come vengono interpretate; quindi porte aperte a tutti e cambiare le modalità del voto: NO a sms e telefonate da casa ( infatti i fans votano il loro idolo a prescindere dalla validità della canzone) e affidare il giudizio all’ orchestra.

  2. @alberto: giustissimo basta che non sia pilotato come è successo purtroppo in altre occasioni…. come la giuria di qualità ecc.. lasciamo stare tanto è tutto venduto alle case discografiche signori della tv ecc… pochissime volte vince chi merita per il supporto dei fan senza avere pubblicità passaggi radio ecc… quella è stata una vittoria vera pulita anche se hanno cercato di infangarla in tutti i modi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>