Amy Winehouse, suo padre vuole Lady Gaga

di Blogger Commenta

Nonostante sia passato qualche mese dalla prematura scomparsa di Amy Winehouse, il ricordo è ancora vivo, da subito si era parlato di fare un film sulla sua breve vita terminata prima dei fatidici 28 anni, accomunandola ad altri artisti che, invece di godere del loro successo, si sono rovinati la vita buttandosi su alcool e droga, incapaci di sostenere una vita che può portare il benessere ma, anche, a scelte sbagliate. Cadono in un mal di vivere dal quale sono usciti in pochi. Il papà di Amy Winehouse non vuole farla dimenticare, e per il film avrebbe già scelto un’interprete che secondo lui sarebbe semplicemente perfetta, lei sarebbe Lady Gaga, che lui considera l’erede di sua figlia Amy.

Questo secondo quanto riporta il “The Mirror”, sembra che dopo averla conosciuta in occasione del compleanno di Tony Bennett, Mitch Winehouse abbia detto che, pur non sconoscendo il suo accento inglese, pensa che sarebbe fantastica in quel ruolo. Ha conosciuto anche i genitori di Lady Gaga che definisce persone normali, intanto, ha trasformato la casa di Amy Winehouse in una sorta di santuario, dove ancora oggi sono decine le persone che si recano a lasciare un ricordo in quella casa londinese diventata tristemente famosa da quando l’artista era stata trovata morta.

Mitch Winehouse dice che, nonostante il passare del tempo, ancora oggi non riesce a toccare alcuni oggetti della casa che sono appartenuti a sua figlia, ancora ossessionato dalla sua morte:

“Non riesco a spostare nessuno degli oggetti che le sono appartenuti. Tutto è ancora lì, come lei lo ha lasciato”

Ha smesso di accusare i proprietari dei locali in cui Amy Winehouse andava ad ubriacarsi, si è forse reso conto che era la volontà di sua figlia ed in quei frangenti è difficile riuscire ad intervenire.

Vorrebbe che in qualche modo a Londra rimanesse un ricordo di Amy Winehouse un luogo in cui tutti possano andare per ricordarla ed aggiunge:

“Una figlia di un mio amico è morta e le hanno dedicato una panchina. Mi piacerebbe fare qualcosa di simile per Amy, perché questo era e rimarrà il posto che lei sempre amerà. Vogliamo chiedere al consiglio di Camden se possiamo avere una panchina a Camden Square o comunque un monumento di qualche tipo. Penso che tutti sarebbero felici. L’unica cosa che mi preoccupa è che i vicini potrebbero non essere d’accordo. Mi auguro davvero che non sia un problema”

:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>