David Bowie muore all’età di 69 anni, i video che hanno fatto la storia

di Federica Guarneri Commenta

La notizia è arrivata poche ore fa dai profili e account social ufficiali del cantante. Pochi giorni dopo il suo sessantanovesimo compleanno David Bowie ci ha lasciati, regalandoci però un ultimo nuovo album: Blackstar.

david bowie morto

L’8 gennaio, nel giorno del suo sessantanovesimo compleanno, è uscito l’ ultimo lavoro firmato da David Bowie ovvero Blackstar. Contemporaneamente al lancio dell’album era stato anche pubblicato il nuovo video Lazarus in cui il Duca Bianco appariva come il noto amico di Gesù Cristo che, avvolto dalle bende, risorge dalla morte. Già numero uno delle classifiche UK il suo ventisettesimo album da studio è uscito tre anni dopo l’ultimo disco intitolato The Next Day, rilasciato nel mese di marzo 2013. Proprio due settimane fa lo stesso Bowie aveva annunciato il ritiro “definitivo e irrevocabile” dai palcoscenici che, comunque, non frequentava ormai dal 2006.

Oggi, 11 gennaio 2016, l’annuncio della sua morte tra l’affetto dei suoi cari in casa propria. Bowie combatteva ormai, da ben 18 anni, contro un cancro che alla fine gli ha tolto la vita. Considerato da sempre una leggenda del rock, la sua musica ha attraversato più di cinquant’anni di storia e di suoni, modificandosi sempre, contaminando generi diversi dal folk all’elettronica, adattandosi alle mode del momento e diventando grande ispirazione per generazioni di artisti. Noi vogliamo celebrarlo mostrandovi alcuni dei suoi video musicali più celebri. Buona visione e soprattutto buon ascolto.

Lazarus, l’ultimo lavoro.

Heroes, forse il più grande successo dell’artista.

Space Oddity, dal 1969 sempre in voga.

Life On Mars, indimenticabile!

Let’s Dance, ballata per anni da intere generazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>