Amy Winehouse, ancora problemi con l’alcol, sviene tre volte per overdose da wodka

di Blogger Commenta

È sempre sbagliato fare uso di droghe e alcol, scegliere di buttare la propria vita in questo modo è inconcepibile per chiunque, quando poi si è un personaggio pubblico, è ancora peggio, si rischia di far passare dei messaggi molto sbagliati ai propri fan che cercano sempre di imitare il proprio idolo. Se poi si hanno delle doti speciali, come può essere una voce corposa e tanto talento è veramente un peccato mortale. È questo il caso di Amy Winehouse che per l’alcol sta buttando via, o sarebbe meglio dire ha già buttato via, una carriera che avrebbe potuto essere strabiliante. Questa volta ha battuto sé stessa, in una sola settimana, stando a quanto riporta il “Sun”, l’artista è svenuta per ben tre volte, ed è inutile chiedersi il motivo.

Non contenta della terribile figura fatta al concerto di Belgrado, che era poi la prima tappa europea del tour, quando Amy Winehouse si era presentata sul palco completamente ubriaca, non ricordava neanche le parole delle sue canzoni, i musicisti sul palco avevano cercato di nascondere in qualche modo la cosa ma, che fosse ubriaca era più che evidente, tanto da non sapere neanche dove fosse. Infatti, salendo sul palco, aveva salutato il pubblico urlando quel “Ciao Atene” che ancora rimbomba nelle orecchie del furioso pubblico accorso ad assistere a quello spettacolo indecoroso.

Il portavoce di Amy Winehouse aveva prima annullato la successiva tappa del tour, arrivando poi a cancellarle tutte, compresa la tappa italiana al Lucca Summer Festival 2011 il prossimo 16 luglio. La cantante aveva promesso di entrare in una rihab, l’ha fatto, ma è uscita dopo solo una settimana. Aveva poi ripreso il tour flop, presentandosi quasi sempre barcollante sul palco.

È notizia di queste ore che, in tre occasioni diverse, Amy Winehouse abbia bevuto una quantità tanto esagerata della sua amata vodka, da non riuscire a mantenere l’equilibrio. Il tabloid inglese racconta anche la preoccupazione degli amici: “L’amore per la bottiglia potrebbe costarle davvero caro, potrebbe rimetterci la vita”.

Adesso arriva l’ultimatum del fidanzato di Amy Winehouse, il regista trantaquattrenne Reg Traviss, finché sarà ubriaca non la vorrà vedere. Sarà la volta buona che si riabilita davvero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>