Festival Jazzando-Musica intorno al Mondo a Roma dal 15 Settembre al 8 Ottobre 2008 – Programma concerti

di Redazione Commenta

Festival Jazzando-Musica intorno al Mondo a Roma dal 15 Settembre al 8 Ottobre 2008 – Programma concerti
Torna la rassegna Jazzando-Musica Intorno al Mondo ideata dalla Fondazione Accademia Arco con un repertorio jazz da John Taylor ad Haiku Sensei, dal Mulholland Trio a Nico Gori.
La rassegna si terrà fino all’ 8 ottobre 2008 al Teatro Tendastrisce, via G. Perlasca 69, Roma

Costo Biglietti:
€ 10,00 + prevendita tutti gli altri
Riduzione di € 2,00 per i possessori della Card MArteLive
inizio spettacoli h. 21.30

La programmazione 2008 di Jazzando-Musica Intorno al Mondo
15 SETTEMBRE 2008
Il 15 settembre sono di scena i Cuenta Contemporanea, un trio nato nel 2005 durante una masterclass; collante del gruppo è la costante ricerca di uno stile fresco e moderno che mantenga solide basi nella tradizione del jazz sia americano sia di matrice europea.

17 SETTEMBRE 2008
Seguono il 17 settembre gli Haiku Sensei, vincitori dei seminari di Sant’Anna Arresi nel 2006, il cui repertorio è composto principalmente da brani originali, fatta eccezione per alcuni standard. Tentazioni virtuali alla Second Life in primo piano su armonie da standard free.

18 SETTEMBRE 2008
Il 18 settembre è la volta degli Aletheia featuring Stefania Liori. Tre musicisti che si ispirano alla “verità” (in greco Aletheia), intesa come sincerità di intenti nel tradurre in musica il proprio essere in divenire, con i suoi stati d’animo e i suoi umori, in un dialogo mai prefissato; un percorso, il loro, all’insegna dell’improvvisazione radicale. In questo concerto ospitano la voce di Stefania Liori, che vanta prestigiose collaborazioni con Rita Marcotulli, Bebo Ferri e altri.

22 SETTEMBRE 2008
Ancora una formazione sarda, gli Aghera Project, sarà di scena il 22 settembre. Il nome, che in sardo significa “aria”, rivela la loro provenienza geografica, ma anche il loro intento di interpretare le forme jazzistiche in maniera non convenzionale: dall’aria catturano le idee costringendole negli strumenti, per liberarle nuovamente nell’aria ma con una inaspettata veste sonora. Paolo Fresu dice di loro che hanno “suono, spazio e colore”, e precisa che quella del gruppo è “poesia della sottrazione”.

24 SETTEMBRE 2008
Un repentino cambio di direzione si ha il 24 settembre con i fiorentini Motociclica Tellaci, uno dei gruppi più fecondi e misteriosi del panorama musicale toscano. Un trio nato su un’aia, una formazione solida, forte di un repertorio originale, costantemente rivolto al futuro, intriso di energia, ironia, astrazione e ballo.

26 SETTEMBRE 2008
Sempre da Firenze arriva il 26 settembre il Mulholland Trio, dall’eccellente impatto dal vivo, che propone al pubblico un repertorio di brani jazzistici noti e meno noti, presentati con arrangiamenti originali e variazioni imprevedibili ed inaspettate, come vuol suggerire il nome preso in prestito dal film di David Lynch.

29 SETTEMBRE 2008
Il 29 settembre si assisterà ad uno spettacolo teatro-musicale dedicato alla pittrice Frida Khalo. Stefania Secci, con gli Efedra, darà voce alle vere parole di Frida, riprese dall’autobiografia e dalle lettere, accompagnata da melodie messicane e non. Un progetto particolare, dai colori intensi, tipici della musica dell’America del Sud, dell’area Iberica e del jazz.

1 OTTOBRE 2008
L’ 1 ottobre arriva sul palco del Teatro Tendastrisce il primo motore a combustione umana costituito da cinque semplicissimi pistoni, fabbricati in diverse aree geografiche italiane; sono i Rollerball, capaci di dar luogo ad incontrollabili deflagrazioni sonore. Assistere al funzionamento di Rollerball è un’esperienza ignota ed occulta. Nel gruppo, Massimiliano Sorrentini, che collabora con artisti del calibro di Vinicio Capossela, Roy Paci, Cristina Donà.

2 OTTOBRE 2008
A seguire, il 2 ottobre, un artista di spicco nel panorama jazzistico italiano, membro stabile del Nuovo Quintetto di S. Bollani: Nico Gori, con il suo Special Project. Gori, che è in grado di spaziare dalla musica classica, alla funky e all’acid jazz, sarà accompagnato da Stefano Tamborrino, con il quale presenterà uno spettacolo caratterizzato dalla fusione di ritmi moderni d’influenza etnica con l’atmosfera calda della musica jazz tradizionale e l’elettronica. Non mancheranno ospiti a sorpresa.

7 OTTOBRE 2008
Il duo Pocket Skrunch (F. Cusa, P. Bittolo Bon), il 7 ottobre proporrà arrangiamenti minimali delle composizioni del vulcanico batterista catanese F. Cusa, lasciandosi fatalmente attrarre dagli impervi gorghi dell’improvvisazione più intensa. Interessanti le collaborazioni del Duo: Fresu, Pitura Freska, Roy Paci, Elliot Sharp, A. Braxton.

8 OTTOBRE 2008
L’evento di chiusura, l’ 8 ottobre, è affidato alle possibilità jazz della musica kletzmer, con i Manniti di Riale. Tre musicisti, provenienti da esperienze musicali differenti, che propongono un tributo al compositore John Zorn, artista statunitense, noto soprattutto nella cultura alternativa underground, che ha esplorato la propria eredità ebraica, fondendola con il jazz. Ad arricchire la serata, ben quattro ospiti si alterneranno sul palco, mostrando le possibili combinazioni di strumenti differenti, dal sax alle tastiere.

Infoline e prevendita:
Teatro Tendastrisce, via G. Perlasca, 69 – Roma Tel.06 25391562

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>