Daniele Groff, il nuovo singolo è Bellissima La Verità

di Federica Guarneri Commenta

Dopo un intenso periodo di ricerca musicale e personale, di scrittura e di produzione, dopo anni di assenza dai palchi, Daniele Groff torna sulle scene con il singolo BELLISSIMA LA VERITA’.

daniele groff

Bellissima la verità, è una canzone importante. Importante per me che me ne prendo cura da più di qualche anno, che ha viaggiato per l’Europa, che racconta un percorso, che mi ha fatto tornare a sognare, con il suo essere naïf, con la sua energia, con i suoi colori, che vuole arrivare in mezzo alla gente, dentro gli sguardi, fra le pieghe delle vite degli altri, a cambiare l’umore di una giornata no, a smuovere i pensieri, a farsi mille domande, a far muovere le gambe e battere le mani, a strappare un sorriso. E’ importante perché mi ha accompagnato in questi anni di ricerca avventurosa, di frastuoni e di silenzi, facendomi sempre sentire la sua voce e guidandomi sicura verso la luce forte di una nuova ripartenza e di nuovi orizzonti. “Bellissima la verità” è un pezzo di vita, un po’ della mia e molto di quella che respiri negli altri, in chi ami, in chi ti sta intorno, di quella che vorresti, di quella che hai nel cuore.

Queste le parole di Daniele Groff, cantante, compositore, autore, pianista e polistrumentista, che ha raccontato la sua assenza dalle scene durante questi ultimi anni. Nel 2007 uscì il suo ultimo singolo Prendimi, realizzato con la partecipazione di Volker Hinkel dei Fools Garden (la band del successo Lemon Tree con oltre 6 milioni di copie vendute in tutto il mondo). Il brano viene registrato a Stoccarda, missato a Roma da Dario Dendi (tra i suoi crediti Coldplay, Placebo, Stereophonics e The Killers) e masterizzato a Londra da Dick Beetham (Scissor Sisters, Black Sabbath, Enya). Oggi torna con un nuovo grande singolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>