Problem solving creativo: la musica per scacciare lo stress

di isayblog4 Commenta

La sveglia all’alba, il viaggio “sottovuoto” in autobus, le otto ore in ufficio. E poi? Le commissioni di tutti i giorni, ovviamente. Quante volte abbiamo l’impressione che la vita sia una continua e frenetica rincorsa… Fortuna che esistono anche piccoli momenti di felicità: ritagli di giornata che possiamo dedicare ai nostri hobby e interessi. Coltivarli è una sorta di dovere morale. Perché sono le passioni a salvarci dallo stress e dall’ansia. C’è chi ama cucinare, scrivere o dipingere – per alcuni sono vere e proprie terapie antistress – chi, invece, si “abbandona” alla musica.

Già, la musica: bastano le prime note del riff preferito ed eccoci in un’altra dimensione. Come teletrasportati. Molti di noi legano una canzone o un disco ad un particolare momento della vita. E quelle note, riascoltate a distanza di anni, ci catapultano indietro nel tempo: le immagini associate alla musica sono davvero indelebili. Riviviamo l’atmosfera, i volti, le sensazioni di quel momento, che credevamo nascosti in un cassetto invisibile della memoria. La musica trascina le emozioni, facendo spuntare il sole in un giorno plumbeo. Travolgendo l’ordinario e trasformandolo in magico.

Con un approccio genuino e scherzoso, Casio ha pubblicato sui suoi profili Instagram e Facebook una mini-serie di video, per raccontare come sia facile avvicinarsi alla musica ed esprimersi creativamente, senza essere per forza professionisti. La tastiera in particolare è uno strumento che apre un mondo di possibilità. Si inizia imparando le note delle canzoni preferite e, con un po’ di pratica e costanza, si finisce col creare arrangiamenti personalizzati, sfruttando il suono intenso e l’ampia gamma di effetti di questo strumento. Il messaggio di Casio è dedicato ai giovani, ma non solo: non è mai troppo tardi per cominciare. Il miglior metodo per imparare a suonare uno strumento è divertirsi, senza andare di fretta. Bisogna suonare, non fare la maratona.

Quando ascoltiamo o facciamo musica, il nostro cervello si ricarica e ci trasmette energia. Oltre a rappresentare un momento di evasione e relax, lo strumento musicale migliora la nostra creatività. È scientificamente provato: suonare aumenta l’attività e il volume del corpo calloso che connette i due emisferi del cervello. È questo che consente ai musicisti di risolvere i problemi di tutti i giorni in maniera più creativa.

Se, invece, l’unico problema è il vicino di casa, che ci ammorba tutto il giorno con i suoi neomelodici… beh, in questo caso basta “coprire” le sue note con la potenza della nostra tastiera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>