BEYONCÉ… UN ANNIVERSARIO DA INCIDENTE DIPLOMATICO!

di L. F. Commenta

La splendida Beyoncé e suo marito, l’altrettanto famoso Jay-Z, hanno deciso di regalarsi una vacanza per festeggiare il quinto anno di matrimonio. Meta scelta: Cuba… Luogo incantato, sì, ma forse non il più adatto per una serie di ragioni… diplomatiche!

Credit: immagine gentilmente concessa da Getty Images

Sì, verissimo, una delle coppie più famose (e longevi, visto che nell’ambiente si fa prima a divorziare che a sposasi…) della musica pop ha causato un serissimo incidente diplomatico. I due protagonisti, a giudicare dalle tante foto pubblicate (che li vedono allegri e spensierati per le strade dell’Avana, proprio come due novelli sposini), non sembrano molto preoccupati della cosa, anche se, purtroppo, dietro il loro atteggiamento rilassato si nascondono serie preoccupazioni diplomatiche. Due deputati repubblicani della Florida, di note posizioni anticastriste, hanno presentato un esposto all’Ufficio per il controllo degli Affari esteri chiedendo come sia potuto accadere che la coppia abbia ricevuto il permesso di recarsi a Cuba.

Gli americani, infatti, non hanno il permesso di viaggiare verso Cuba se non ottengono prima una speciale dispensa dal Dipartimento di Stato. E possono ottenerla solo per motivi di ricerca, culturali o religiosi. In verità, non sembrerebbe che Beyoncé e Jay-Z avessero nessuna di queste nobili motivazioni… La coppia, in teoria, avrebbe scelto Cuba al solo scopo di rilassarsi e festeggiare il quinto anniversario di matrimonio. Quando un cittadino americano ha voglia di andare a vedere Cuba, in genere, ricorre a un trucco: prima va in Canada, o in Messico, e da lì raggiunge l’isola. E i funzionari dell’immigrazione, all’Avana, che sono al corrente di questo “tour particolare”, in genere, sono gentili verso questi americani e evitano di imporre il visto di ingresso e di uscita sui loro passaporti. Il trucchetto è noto, e nessuno se ne cura più. Evidentemente Beyoncé e J-Z non avevano voglia o tempo per certi “escamotage” e sono andati dritti alla meta. Certo… non potevano sperare di passare inosservati! Speriamo non tornino, oltre che abbronzati e pieni di gadget per parenti e amici, anche con la responsabilità di nuovi dissidi tra America e Cuba…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>