Jovanotti, incidente a Trieste, annullato il tour

di Redazione 1

Spread the love

Un terribile incidente ha causato la morte di uno studente universitario di soli 20 anni, è crollato il palco che stavano allestendo al PalaTrieste dove Jovanotti avrebbe dovute tenere un concerto questa sera, ci sono molti feriti. All’allestimento stavano lavorando in circa cinquanta persone, bisognava andare velocemente per finire tutti i lavori e permettere all’artista di fare il concerto, quando la struttura ha ceduto, due pilastri si sono piegati ed è crollato tutto. Il palazzetto è sequestrato e tutte le tappe del tour sono state sospese.

Il ragazzo è deceduto sul colpo, dalla prima ricostruzione del medico legale, risulterebbe cheil ragazzo è stato investito dalla struttura alta una decina di metri. Ci sono state scene di disperazione, un gruppo di persone, parenti del ragazzo deceduto, erano davanti al palasport di Trieste in attesa dell’inizio del concerto. Appreso il nome del ragazzo, si sono sentite le urla di una ragazza che chiamava il ragazzo. Dopo alcuni minuti il gruppo è stato fatto entrare nella struttura.

Le prime testimonianze dicono che l’impalcatura si è letteralmente accartocciata su se stessa, alcuni degli operai sono rimasti incastrati tra i tubi di acciaio. Alcuni operai sono stati presi da crisi di ansia e pianto, in loro aiuto molti soccorsi inviati dall’ospedale.

La struttura sportiva, adiacente allo stadio Nereo Rocco, è stata transennata e posta sotto sequestro. Il Sindaco di Trieste non ha voluto rilasciare molte dichiarazioni solo un pensiero alla famiglia:

“In questo momento il primo pensiero va al povero ragazzo rimasto vittima e allo sua famiglia. Ogni commento è superfluo. L’incidente è avvenuto mentre stavano montando il palco e la struttura ha ceduto”

Per il momento nessuno dell’entourage di Jovanotti rilascia dichiarazioni, il sito ufficiale è stato oscurato, tutti i concerto dell’Ora tour sono stati sospesi, la decisione è stata presa dallo stesso artista e dal suo manager Maurizio Salvadori dopo l’incidente. Jovanotti era molto contento di fare un concerto a Trieste dove erano anni che non suonava. Su Twitter il primo a confortare Jovanotti è stato l’amico Fiorello.

Commenti (1)

  1. La difesa dei lavoratori precari e sfruttati la si fa’ dando il buon esempio e non utilizzando un microfono in giro per il mondo. E’ l’esempio tipico del “cantar bene” e razzolar male. Sono vicina ai parenti di quel povero ragazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>