IL RITORNO DEL PADRE…

di isayblog4 Commenta

Tutto ha inizio nel 2009 quando Lester, intervistato da un noto tabloid, dichiara di non escludere la possibilità di essere il padre naturale dei fratellini Jackson. L’opinione pubblica si spacca… una parte lo considera un uomo alla ricerca di mera notorietà ma altri, molti, prestano l’orecchio all’amico del Re del Pop.

Credit: immagine tratta dal sito music.fanpage.it

Il nome di Mark Lester è associato da tempo al mistero che circonda la paternità di due dei figli di Michael Jackson, Prince e Paris… Inglese, classe 1958, Lester entra giovanissimo nel mondo dello spettacolo. Raggiunge l’apice nel 1968, ad appena 10 anni, con il film “Oliver!”. Lascia però la recitazione non ancora 20enne per diventare un osteopata. Con l’allontanamento dalle scene che contano, si perdono le sue tracce. Fino al giorno in cui non incontra l’autore di “Billie Jean” e “Thriller”, inutile dirlo, no? Stiamo parlando di Michael Jackson. E in effetti non si può assolutamente bollare Mark Lester come un semplice millantatore. L’ex bambino prodigio del cinema americano è stato veramente un amico di Jacko e di prove ce ne sono molte viste le numerose occasioni in cui sono stati visti insieme. Rimane invece più difficile dimostrare che Jacko abbia chiesto a Lester di donargli il suo sperma. L’ex attore ha detto di essere pronto a sottoporsi al test del DNA, l’unico modo per scoprire quale sia la verità. Il clan Jackson ha però continuamente frenato questa richiesta in difesa della memoria del loro componente più famoso… a maggior ragione che ora non può più difendersi e dar retta a certe persone sarebbe un vero e proprio insulto. Ma a gettare benzina sul fuoco riguardante la diatriba fra i Jackson e Mark Lester ci ha pensato un altro famoso tabloid, il Daily Mirror, che pochi giorni fa ha confermato la versione “complottista” citando un altro ex amico di Michael, tale Jason Pfeiffer. Pare che proprio lo stesso Jackson, a Jason, avrebbe rivelato di non essere il padre biologico di Paris e Prince. Il buon senso ci suggerirebbe di diffidare di quotidiani i cui scoop, spesse volte, si sono rivelati inesatti.

Andando contro i propri familiari Paris Jackson, però, pare sarebbe decisa a incontrare Mark Lester. “Paris vuole sapere dell’amicizia tra suo padre e Mark, e desidera capire che cos’è successo”, ha rivelato il classico e immancabile ben informato molto vicino alla famiglia! “Lui non potrà mai sostituire Michael nel suo cuore, è semplicemente curiosa. Lo ha già incontrato in passato, ma fino a oggi non sapeva quale fosse il suo ruolo”.

Il fratello Prince, invece, sembra non volerne assolutamente sapere… “A lui non interessa. Pensa che chiunque metta in questione la paternità di Michael non possa essere un vero amico”, ha proseguito sempre la stessal fonte.

“Paris ha espresso il desiderio di trascorrere del tempo con Mark in Inghilterra non appena sarà fuori dall’ospedale. Questo non accadrà di certo domani, in ogni caso lei spera di far pace con il suo passato e anche di sapere qualcosa in più dall’uomo che ha sempre mantenuto i segreti del padre”.

Quel che stona davvero in tutta questa storia però, almeno più del resto, è che Lester abbia parlato della possibilità di incontrare la 15enne durante un popolare programma televisivo americano: “Daybreak”.

Lui si giustifica dicendo: “Dopo quello che le è successo sarà tutto ancora più difficile. I social media e le linee telefoniche per raggiungerla sono stati chiusi”. Va ricordato, in effetti, che Paris ha tentato, non troppo tempo fa, di suicidarsi e che la famiglia teme ancor di più che la sua fragilità emotiva venga nuovamente messa a dura prova.

Continua Lester: “Certo, si stanno prendendo cura di lei, ne sono certo. E lo stanno facendo al meglio. Magari tra un paio di mesi, quando le cose andranno meglio, le linee di comunicazione verranno ripristinate”.

L’ex attore ha anche aggiunto che la sua porta sarà sempre aperta per Paris, Prince e Blanket. Noi speriamo solo che questi ragazzi non debbano più soffrire per scelte altrui…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>