Italia loves Emilia, il concerto per l’Emilia a Campovolo il 22 settembre

di Blogger Commenta

C’erano quasi tutti gli artisti che parteciperanno al grande concerto “Italia Loves Emilia”, mancavano solo Tiziano Ferro, Laura Pausini e Giorgia, impegnati da altre parti, undici su quattordici degli artisti che stanno organizzando l’evento che ha l’obiettivo di ricostruire le scuole distrutte durante il terremoto. É per il 22 settembre l’appuntamento a Campovolo. Come era stato per l’Abruzzo, anche per l’Emilia il live diventerà un cd-dvd in uscita a novembre. Andrà in onda anche in televisione, ma non sarà in diretta, Mediaset o Rai, ancora non si sa, in radio, invece, sarà in diretta.

Gli artisti presenti all’incontro erano Claudio Baglioni, Ligabue, Renato Zero, Elisa, Negramaro, Fiorella Mannoia, Litfiba, Biagio Antonacci, Beppe Carletti dei Nomadi, Jovanotti e Zucchero. Il manager di Ligabue ha spiegato come sono andate le cose:

“In un pomeriggio dopo le scosse di terremoto in Emilia, ho ricevuto con Luciano Ligabue un sacco di telefonate di solidarietà. Molti artisti si sono fatti vivi così con Beppe Carletti dei Nomadi abbiamo pensato che ‘Italia Loves Emilia’ poteva essere una staffetta al loro evento live benefico che si è tenuto a Bologna il 25 giugno. Saranno gli artisti i padroni di casa di ‘Italia Loves Emilia’ e sono 14 proprio perché dovevamo mettere su uno spettacolo di quattro ore (con inizio alle 20), in cui tutti possono proporre tre brani”.

Non c’è stato un criterio di scelta, il “casting” si è fermato a 14 artisti perchè ritenuto il numero sufficiente per allestire un evento così importante, ci saranno duetti, canzoni corali e niente è ancora stabilito, lo spettacolo è ancora in allestimento.

Ferdinando Salzano, amministratore delegato dell’agenzia Friends and Partner, ha spiegato che in sole due settimane sono stati venduti trentamila biglietti, il costo del biglietto per “Italia Loves Emilia” è di 25 euro senza diritto di prevendita), si aspettano 120 mila persone, forse anche di più. Per chi volesse ulteriori informazioni www.italialovesemilia.it. L’intero incasso della serata, anche della ristorazione, sponsor e biglietteria, sarà devoluto per la ricostruzione delle scuole distrutte dal terremoto per permettere a 140 mila bambini di tornare a scuola.

Per evitare intoppi burocratici l’Associazione No Profit di Italia Loves Emilia con avvocato, tesoriere e tutti gli artisti vigileranno personalmente su quanto sarà ricostruito. Per quanto riguarda la diretta televisiva è stato precisato che si è preferita la differita per evitare le interruzioni pubblicitare, essendo uno spettacolo importante, bisogna esserci ma non ci devono essere sospensioni.

Nulla si sa ancora se a trasmettere “Italia Loves Emilia” sarà Rai, Mediaset o Sky, e niente ancora è stabilito su produzione e distribuzione cd/dvd, in pole position ci sarebbero Warner e Sony Music.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>