C’È UN CIMITERO ALL’ORIZZONTE? IO NON CANTO!

di L. F. Commenta

Una decisione che ha dell’incredibile e che ha lasciato tutti a bocca aperta. Protagonista della vicenda è una delle artiste più amate della musica italiana, forte di un pubblico trasversale. Di chi stiamo parlando? Di Anna Oxa che, invitata al “Gay Pride Village” di Padova, si rifiuta di esibirsi a causa della vicinanza di un cimitero. Scaramanzia, capricci da star o…

Credit: foto tratta dal sito comunicarti.wordpress.com

Il palcoscenico è vicino a un cimitero e così, Anna Oxa, disdice il concerto in programma il 30 giugno al “Gay Pride Village” di Padova. Ad annunciarlo gli stessi organizzatori. La rinuncia della Oxa ha sollevato anche qualche polemica politica. “Anna Oxa così offende la comunità gay – dice Alessandro Zan, parlamentare padovano di SEL e ideatore del Pride Village -. Gli artisti, gli scrittori, i giornalisti e i personaggi noti che decidono di partecipare al Village lo fanno con spirito di impegno civile, contribuendo a far crescere la cultura dei diritti contro l’omofobia”. E ancora: “Questa assurda decisione di Anna Oxa rasenta un comportamento grave e privo di senso, frutto di un capriccio da star – sottolinea Zan – Evidentemente Anna Oxa preferisce assecondare questo suo capriccio che dare il suo sostegno ai diritti dei tanti gay che da tempo la sostengono”.

è comunque cosa nota, negli ambienti dello spettacolo, il poco amore di Anna Oxa per i cimiteri: la cantante di origine albanese rifiuta sistematicamente di esibirsi nel caso ci sia un camposanto nelle vicinanze.

Gli organizzatori hanno mantenuto comunque la serata… chiamando immediatamente, per dar vita al concerto, una meno scaramantica Ivana Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>