MAX PEZZALI SPEGNE 20 CANDELINE!

di L. F. 1

Figlio di una coppia di fiorai, Pezzali è, fin da giovane, un appassionato di musica e di rock, specialmente negli anni del Liceo. Dopo una bocciatura in terza superiore, tra i banchi di scuola conosce Mauro Repetto e, insieme, fondano i mitici 883. Da allora di anni ne sono passati e, per festeggiare i suoi 20 anni di attività, Max Pezzali pubblica un nuovo album chiamato, appunto, “Max 20”!

Credit: Getty Images

Inizialmente si chiamavano “I Pop” ed esordivano, Max Pezzali e Mauro Repetto, nel programma televisivo: “1, 2, 3 Jovanotti”. Ma è qualche tempo dopo, grazie all’incontro con Claudio Cecchetto, che le cose iniziano a girare seriamente… grazie a nuovi pezzi (stavolta in italiano) e con un nuovo nome: “883” (prendendo spunto dalla cilindrata della moto Harley-Davidson Sportster, di cui sono grandi appassionati). Pezzali e Repetto partecipano poi al Festival di Castrocaro del 1991, con il pezzo Non me la menare. Non vincono, ma ottengono un enorme successo… ma la fama vera e propria arriva grazie al mitico tormentone: “Hanno ucciso l’uomo ragno”!

Il sodalizio, costellato di successi, resiste fino al 1994… anno in cui la band si scioglie. Max inizia quindi la sua avventura come solista. Una carriera costellata di successi, collaborazioni e gratificazioni, professionali e personali. E oggi, fiero della tanta strada fatta, l’eterno ragazzo del pop presenta ufficialmente il suo nuovo lavoro: “Max 20”, un disco che celebra i vent’anni di attività dell’ex “883” e che segue, a un solo anno di distanza, il remake di “Hanno Ucciso l’Uomo Ragno”. “Max 20” (la cui uscita è prevista, guarda caso, il prossimo 20 maggio), conterrà quattro brani inediti e diversi duetti con altri grandi nomi della musica italiana.

Commenti (1)

  1. l’album uscirà il 4 Giugno 🙂 fonte pagina ufficiale facebook di Max 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>