ORNELLA VANONI E LA SUA “RICETTA DI DONNA”

di Redazione Commenta

“Ornella Vanoni – Ricetta di donna” è il docu-film realizzato dalla regista e produttrice Alexandra Della Porta Rodiani. Nella pellicola si ripercorre la carriera di Ornella: dagli inizi al Piccolo Teatro di Milano al sodalizio con Gino Paoli, dalla scoperta della musica brasiliana all’esplorazione del jazz, fino ad arrivare a oggi, ancora protagonista della scena musicale e artistica italiana.

Credit: Getty Images

Ricetta di donna”, il docu-film dedicato alla grande interprete della musica Ornella Vanoni, lunedì 11 marzo verrà proiettato in anteprima al Piccolo Teatro Strehler di Milano, all’interno di una serata speciale in onore dell’artista. Nel lungometraggio la cantante si racconta in una versione intima e confidenziale, anche attraverso i ricordi di amici e partner storici come Gino Paoli, Mario Lavezzi, Arnaldo Pomodoro, Paolo Fresu e Laura Pausini. Ne viene fuori il ritratto inedito e completo di un’artista la cui musica è da oltre 50 anni colonna sonora di tanti attimi della nostra storia, non solo musicale. “Oggi il modo di fare musica è completamente diverso -confida la Vanoni in un’intervista- una volta lavoravamo tutti insieme, stavamo in studio, mangiavamo, ridevamo, piangevamo insieme, adesso è tutto più frettoloso, più freddo, questo e’ l’appiattimento della musica. I rimpianti che ho sono di un periodo più facile e più bello, dove un disco se era bello vendeva e durava di più”.

Ripercorrere la carriera musicale di Ornella Vanoni in maniera sintetica è quasi impossibile, tra la sua iscrizione alla scuola del Piccolo Teatro (allora diretta da Giorgio Strehler) con conseguente debutto nel ’57 al suo ultimo lavoro d’inediti (cui sta attualmente  lavorando), è passata non solo una vita ma un pezzo intero della “nostra” storia… ora raccontata in modo superbo nel docu-film “Ornella Vanoni – Ricetta di donna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>