Mondo Marcio, testo e video del nuovo singolo Cose dell’altro mondo

di Blogger Commenta

Il ritorno di Mondo Marcio lo ha visto immediatamente protagonista delle classifiche di vendita con ‘Cose dell’altro mondo’, il titolo del nuovo singolo e dell’album che sta facendo furore. Il rapper milanese, come è sua abitudine, dice quel che pensa senza censura ed è un duplice successo, se consideriamo che l’album è stato prodotto non da una major, bensì dalla sua piccola etichetta Mondo Records, una vera e propria sfida che sembra essere risultata vincente.

Mondo Marcio è stato assente qualche tempo dal mondo della musica rap italiana e, ancora una volta, si evince che, se gli artisti sono amati, anche le lunghe assenze, non rappresentano un ostacolo per i fan.

Il video che accompagna il nuovo singolo ‘Cose dell’altro mondo’, è stato girato a Milano, nei luoghi più significativi del capoluogo lombardo. Mondo Marcio nel nuovo album non usa mezzi termini per denunciare tutto quel che c’è di sbagliato in questa povera Italia così tartassata, un paese allo sfascio che ha conosciuto tempi d’oro, ormai solo un vago ricordo e rimpianto, vorremmo aggiungere.

Nell’album Mondo Marcio ha potuto contare sulla partecipazione di preziosi colleghi rapper come Caparezza, J-Ax, Emis Killa, Danti ed altri ancora.

Testo ‘Cose dell’altro mondo’ di Mondo Marcio
Negli anni pensavo di avere perso uno stile di vita normale
Frà la vita fa male, non c’è ospedale che tenga
tutto il resto è gossip come Ambra e Renga
Respiro questa musica nelle mie membra
brucio da dieci anni, come pensi che mi spenga?
la voglio anche io la laurea in Tanzania
benvenui nel regno di (in)Equitalia
Soldi, soldi, guarda che smania
soubrette con le gambe all’aria
a Napoli ci si spara mentre a Milano si fa a gara a chi ha più loft
alzo tombe come Croft, Lara
Beh, questo rap ti ipnotizza
Marcio è tornato, ecco la notizia
perchè a qualcuno gli va sempre liscia
questa è come quella che vedi a Striscia
Cose dell’altro mondo, sono cose dell’altro mondo
Cose dell’altro mondo, sono cose dell’altro mondo
Amanti del rap, Frà, dieci anni fa io c’ero
mi senti nei club Frà come Orio al Serio
vi stermino tutti come nelle crociate il clero
“Papà il genocidio è previsto dal vangelo?”
Non credo, nah, non credo proprio
Dio scampi il primo come il timone, Schettino
quante mani pulite dopo Bettino
non è un gioco se un imprenditore si da fuoco
qui non c’è terra in vista, queste multe fanno girare la testa come l’esorcista
“la democrazia”, Frà, chi l’ha vista?: il politico, il papa, il tronista?
Cose dell’altro mondo, sono cose dell’altro mondo
Cose dell’altro mondo, sono cose dell’altro mondo
Nemico pubblico, nemico giurato
la vita è una zozza ma sono innamorato
non puoi avere ogni organo nello stesso stato
infatti l’uccello è felice ma il cuore è… spezzato
avevo una brava ragazza, un vero peccato
per cui fumo etti, fumetti, cartone animato
questa sembra musica per le roulotte
e chissà dove finisce come anche i tuoi bot
e mentre scrivo l’iPhone sta sbagliando
voglio scrivere “sa” , non voglio scrivere “sto arrivando”
posseduti dal telecomando, menti spente
ciò che possiedi ti possiede, nulla tenente
“Che cosa vuole? io non ho fatto nulla, tenente”
l’italiano solo se sgamato si pente
preferivi il cavaliere o il professore, il puttaniere o il dittatore?
come un trapianto qua bisogna avere cuore
capita una sola volta nella vita come vincere un milione
terremoti e recessione ci lasciano come: senza parole
Cose dell’altro mondo, sono cose dell’altro mondo
Cose dell’altro mondo, sono cose dell’altro mondo
Cose dell’altro mondo, sono cose dell’altro mondo
Cose dell’altro mondo, sono cose dell’altro mondo

Video ‘Cose dell’altro mondo’ di Mondo Marcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>