Patty Pravo smetterà di cantare fra due anni per dedicarsi alla direzione di orchestra

di Redazione Commenta

Sono passati quarant’anni da quanto Patty Pravo ha cantato per la prima volta al Piper, giovanissima, stupenda voce intrigante, quelle minigonne che scandalizzavano molto, e quell’atteggiamento sfrontato e provocatorio che nessuno mai aveva osato mostrare in pubblico. Oggi di anni ne ha 63, che porta benissimo, anche se non è tutto frutto di madre natura. Il settimanale “Gente” l’ha immortalata al fianco di un baldo giovanotto che dovrebbe essere il suo attuale fidanzato, coperta solo di un slippino verde per no mettere in mostra le parti intime, in topless ammette che si frequentano,un filarino, dice lei, ha voglia di innamorarsi e, chissà, magari anche sposarsi.

La differenza di età non è un problema: “Con i giovani mi trovo bene, dentro sono una bambina, e certo c’è la componente fisica, l’estetica, l’attrazione anche se l’idea di una donna che fa sesso dopo i 50 anni è sconvolgente in questa società dove solo ai maschi tutto è concesso”, spiega al settimanale Patty Pravo.

Forse è stanca, quarant’anni di palcoscenico sono tanti, anni di provocazioni, con un talento da vendere, Patty Pravo confida al settimanale che fra un paio d’anni ha intenzione di smettere di cantare per dedicarsi alla direzione d’orchestra. Nel passato di Patty Pravo c’è un po’ di tutto, trasgressione, matrimoni, droga e, ricordando la recente scomparsa di Amy Winehouse, alla quale aveva reso omaggio in un video, rifacimento rock de “‘La bambola” con parrucca e tatuaggi, dice “Aveva un talento pazzesco, una voce che mi arrivava come poche altre. È stato uno choc”.

Patty Pravo parla anche del suo passato, quando faceva uso di droghe, non era una dipendenza, era di moda, era il periodo in cui i giovani ci ribellavano alla società, non amavano le imposizione, la vita etichettata e programmata dagli altri, i primi sballi erano considerati quasi un atto eroico, quasi qualcosa di cui vantarsi.

Ma c’è un tempo per ogni cosa, dice Patty Pravo, e bisogna capire quando è il momento di smetterla “non puoi continuare a farti” dice, ed aggiunge: “Io mi sono drogata per divertirmi, mai per distruggermi. Quando ho capito che stavo diventando vittima non della droga, ma del mio personaggio e della fama, me ne sono andata in America a disintossicarmi dalla vita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>