Vasco Rossi, si dimette da rockstar, e via libera alla guida ubriachi

di Blogger 1

Vasco Rossi ci ha abituati a qualsiasi tipo di dichiarazione, dalle più simpatiche alle più spiazzanti, spesso scomode verità. Ha appena terminato i concerti allo Stadio San Siro di Milano, come sappiamo sold out ma, prima di salire sul palco, ne ha detta una di troppo in una sorta di comizio in cui dichiara di non essere d’accordo sulle leggi a proposito di chi è sorpreso alla guida in stato di ubriachezza. Secondo quanto riportato da Repubblica si tratta di leggi “sulle intenzioni”, una “vergogna per fotterci”. Una dichiarazione di questo genere non merita commenti, solo diremmo a Vasco Rossi di andare a trovare una famiglia a cui hanno ucciso un figlio, un marito, un parente investito da un automobilista ubriaco. Chiudiamo l’argomento augurandoci che non fosse questo il messaggio che voleva far passare, guidare ubriachi, forse abbiamo solo inteso male le sue parole, è questo che vogliamo fortemente credere!

Ed ecco l’altra notizia che lascerà sicuramente i suoi fan senza parole, Vasco Rossi alla fine di questo lungo tour dirà addio alle scene: “Alla fine di questo tour, dopo trent’anni di carriera, dichiaro felicemente conclusa la mia straordinaria attività di rockstar”. L’intervista andata in onda ieri sera su Rai Uno rilasciata da Vasco Rossi a Vincenzo Mollica registrata ad Ancona, la prima data del suo tour 2011. Se a Milano c’era il sold out, non è da meno l’appuntamento allo Stadio Olimpico di Roma l’1 e il 2 luglio, dopo il clamoroso addio alle scene, sarà ancor più importante.

Nel concerto milanese Vasco Rossi si è esibito nonostante uno stiramento alla schiena, non ha voluto deludere i suoi fan accorsi allo stadio, ma potrebbere essere è uno dei motivi che lo hanno portato ad una decisione importante, o forse le diatribe con Morgan di questi ultimi giorni, un botta e risposta immediato, in cui il cantautore milanese andava dicendo che in realtà era morto musicalmente a 27 anni, qualcuno dice che Vasco Rossi non ha più niente da dire, per questo sceglie di ritirarsi, chi ha assistito ai concerti ha opinioni contrastanti, qualcuno lo definisce sempre vivo, altri lo hanno trovato un po’ appannato.

Nella sua carriera Vasco Rossi ha scritto 145 canzoni per sé e per gli altri, re incontrastato negli stadi, nessuno come lui, per lo Europe Indoor Live sta in giro per un anno intero, 48 date, da ottobre 2009 al 2010, che registra il maggior numero di concerti e di permanenza in una stessa località con vari record di concerti consecutivi nella stessa città: 6 a Caserta, 8 a Milano, 8 a Torino, 6 a Bologna, 4 a Firenze, senza contare i sold out 13 a Milano; 11 a Torino; 9 a Roma. Sono numeri impressionanti.

Non abbandonerà il suo pubblico, una canzone ogni tanto, qualche concerto a sorpresa, ma niente di più, così dopo 30 anni di “onorata carriera” si ritira a vita privata, o quasi.

Commenti (1)

  1. Ho finalmente trovato su YouTube il discorso incriminato di Vasco.
    Il titolo del video è: Grande discorso di Vasco Rossi, Live durante il concerto Kom 011 (frasi famose Vasco)
    Come sospettavo non è proprio come la mistificazione sensazionalistica di qualche pressapochista vuole far credere: la critica di Vasco è sull’ aumento del fermo da 24 a 48 ore, come dice lui, senza che nessuno a casa possa sapere che fine uno abbia fatto, se sia ancora vivo o meno.
    Non è un discorso sulla libertà di bere e guidare.
    Documentatevi e controllate prima di spargere queste menzogne.

    +

    P.S.: Non sono un fan di Vasco, lo dico solo per evitare il diffondersi di ulteriori notizie false.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>