Subsonica: testo e video del nuovo singolo “La funzione”, il quarto estratto da “Eden”

di isayblog4 Commenta

È arrivato anche il video del nuovo singolo dei Subsonica, “La funzione”, il quarto estratto dal fortunato album “Eden”, con buoni risultati di vendita, tanto da essersi conquistato il disco d’oro ai Wind Music Awards, colpiscono le sonorità che richiamano molto gli anni 80, non appare un fatto strano poiché la band torinese ha collaborato per la stesura con i Righeira, storica band che ha fatto ballare un’intera epoca di italiani al ritmo di “Vamos A La Playa”, “No Tengo Dinero” e “L’estate sta finendo”, impossibile non ballare su questa musica.

Proprio queste tipiche sonorità di quegli anni, che sono per altro molto orecchiabili, si ritrovano in “La Funzione”, è probabile che i Subsonica per questo brano non puntino molto sulla qualità, sicuramente sul’orecchiabilità, quindi facile da tenere a mente che potrebbe anche significare un discreto successo.

Ma parliamo del video di “La Funzione”, anche questo ritorna nel mondo dark, ma a differenza di “Istrice”, video horror molto contestato all’epoca, è meno angosciante, sempre d’impatto ma più vivibile, si tratta di una ragazza dark che trova degli occhiali da sole in metropolitana, dentro ad una metropolitana, indossandoli vede alcuni essere umani con il volto di una sorta di scimmia grottesca che vuole rappresentare l’animo animalesco che alberga in ognuno di noi.

Testo nuovo singolo “La Funzione” – Subsonica

Dammi, lo spazio e il tempo
o anche solo un frammento della tua attenzione,
perchè possa colpirti, sedurti,
averti,
in concatenazione di causa effetto, di un fascino perfetto.

La funzione è semplice,
la variabile non c’è
Tu mi ascolti, poi ti offri
Niente esitazioni no
non ci sono incognite
Tu mi ascolti, poi ti offrirai

Dammi lo spazio e il tempo
o appena un argomento di conversazione, con cui possa sfiorarti, lambirti, insidiarti,
con algido distacco appena un estratto per catturarti viva

La funzione è semplice,
la variabile non c’è
Tu mi ascolti, poi ti offri
Niente citazioni no
non ci sono incognite
Tu mi ascolti, poi ti offrirai

La funzione è semplice,
la variabile non c’è
Tu mi ascolti, poi ti offri
Niente citazioni no
non ci sono incognite
Tu mi ascolti, poi ti offrirai

Se parli d’affetto
Ma se parli d’affetto,
Mi avvalgo della facoltà di non comprendere
Ma se parli d’affetto,
Mi avvalgo della facoltà di non comprendere

La funzione è semplice,
la variabile non c’è
Tu mi ascolti, poi ti offrirai

Video nuovo singolo “La Funzione” – Subsonica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>