X factor 2: l’eliminazione di Elisa Rossi puntata del 19 gennaio 2009

di Blogger Commenta

Nella puntata di X Factor 2 del 19 gennaio 2009 aprono la gara le Sisters of soul con Rosso relativo; appaiono sexy nei loro vestiti rossi. Morgan sostiene che il balletto prevalga sulla musica e ciò lo rammarica.
Ambra Marie Facchetti si esibisce con Because the night e mostra tutta la sua grinta e personalità. Morgan sostiene che la scelta sia bella, sebbene audace. Simona vuole che la cantante sia semplicemente sè stessa.
Tocca poi a quell’anima soul di Daniele Magro, che ci propone quel gran pezzo di Think. Standing ovation per il ragazzo. Morgan sostiene che il timbro fosse un pò troppo stretto. Gaudi critica la base troppo ricca e, per tutta risposta, Simona fa cantare all’artista un frammento del brano a cappella.

Enrico Nordio canta Don’t leave me this way, accompagnato da una coreografia fantastica. Enrico sembra aver avuto dei problemi, a causa dei problemi di salute già preannunciati. La polemica si apre sulla sua inadeguatezza nel ballo, ma Morgan difende il suo pupillo, che ritiene adatto a far tutto.
The bastard sons of Dioniso, i tre scapestrati di Mara, raggiungono il palco con I just can get it off. Nel pubblico ci sono moltissimi fans del gruppo. Per Morgan i Depeche mode erano post punk e quindi dovrebbero essere apprezzati dal giovane gruppo che si professa punk. Simona sostiene di gradire il gruppo e gli augura una lunga strada; si complimenta poi con Mara per la scelta della canzone. Il trentino si è smobilitato per sostenere i Bastard!

Canta poi Elisa Rossi, la mamma di X Factor e la canzone s’intitola On my own. La ragazza commuove e crea un’atmosfera fiabesca. Morgan sostiene che la cantante abbia dei colori meravigliosi nella voce ed alcune sue timbriche gli rammentano Billy Holiday. Mara trova la ragazza moto affascinante. Francesco, il compagno di Elisa, le fa recapitare sul palco delle rose rosse.
Termina la prima manche e la parola passa al pubblico che sceglierà l’artista da mandare all’ultimo scontro.
Ad andare all’ultimo scontro è Elisa Rossi. Morgan sostiene che forse la ragazza sia troppo raffinata per le masse.
Matteo Beucci si esibisce con I’ve should known better e Simona ritiene che la sua esibizione sia stata meravigliosa.
Giacomo Salvietti canta Io vagabondo e Mara trova che l’esibizione sia andata bene apparte Morgan che non ha gradito la nota finale troppo lunga.
Ecco poi i Farias con Oye como va. Morgan afferma che non c’era nemmeno il pezzo, perchè vocalmente non c’era molto da fare ed il brano diveniva noioso. Simona si è, invece, divertita. Mara si complimenta col suo gruppo latino!
Serena Abrami canta Anche un uomo, di Mina. Mara ritiene che la ragazza, sebbene giovane, è entrata in un pezzo maturo. Morgan ritiene che il pezzo sia stato troppo clean, troppo dritto, non distante dall’originale. Simona ha trovato la performance emozionante e ritiene che sia quello che un cantante trasmetta la cosa più importante. La ragazza abbraccia poi la mamma, presente in studio.
L’ultima di questa manche è Noemi, con Alba chiara. Simona si complimenta con la cantante. Mara apprezza la vocalità di Noemi e anche Morgan esalta la grana vocale della cantante e la sua capacità di raccontare il testo.

Per la seconda manche, sono i Farias ad andare allo scontro finale.
Elisa canta per prima all’ultimo scontro un brano raffinato ed elegante. I fratelli Farias propongono, invece, un brano in spagnolo famoso e romantico.
Brani a cappella: Elisa canta Che cosa c’è; i Farias Questo piccolo grande amore, riarrangiato!
Elisa sostiene di voler restare per dimostrare che anche artisti più particolari possono arrivare al cuore. I Farias vogliono dimostrare di poter essere delle popstar.
I giudici pensano a chi eliminare per i loro fatidici trenta secondi. Mara elimina Elisa, Morgan elimina i Farias. Tocca a Simona che decide chi eliminare e, con sofferenza, elimina Elisa. Infine tantissimi complimenti da parte della giuria alla perdente Elisa anche se Morgan, sostiene che Simona abbia fatto un scelta folle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>