Il nuovo pop americano dei Vampire Weekend

di Blogger Commenta

 Il nuovo pop americano dei Vampire Weekend
Archi, maracas, tastiere e poi flauti, chitarre e percussioni: una musica dolce e amichevole, un pop facile verrebbe da dire.
Se non fosse che scrivere belle canzoni pop è una delle imprese più ardue per un musicista.
Ma i Vampire Weekend la formula della composizione perfetta sembrano averla trovata per caso e i quattro studenti della Columbia University dichiarano: ” A New York ci sono tante musiche diverse ad ogni angolo della strada; forse tutte queste anime sono confluite nel nostro lavoro, tutto qui”.
Poche parole per un esordio da 10 e lode per la sua freschezza, ed oggi che l’ America si riscopre multiculturale la musica dei Vampire Weekend è davvero meltin’pot.
C’è chi, tra la critica, per il pezzo Cape Cod Kwassa Kwassa dei Vampire Weekend ha richiamato la world music di Paul Simon o i Talking Heads, chi la musica del Mali, chi parla di afro pop.
I Vampire Weekend si definiscono Upper West Side Soweto: ovvero il raggae bianco dei Police, le chitarre da mariachi, i mandolini partenopei, la voce stridula.
Tutti questi elementi convivono con armonia in canzoni come Mansard Roof, Oxford Comma e MT9.

Il Video dei Vampire Weekend – Cape Cod Kwassa Kwassa:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>