Il festival Pistoia Blues si apre coi Jethro Tull 5-6-7 luglio 2008

di Redazione Commenta

Il Festival Pistoia Blues si apre con i Jethro Tull – Il Pistoia Blues è alla sua 29a edizione, una delle più importanti rassegne musicali italiane, inserita anche tra i cinque Festival Blues più importanti d’ Europa. Si apre quest’anno con un’ anteprima: il 5 luglio (Piazza del Duomo – Pistoia) i Jethro Tull, il leggendario quintetto inglese di progressive rock, torna in Italia per festeggiare i 40 anni di carriera e ha scelto come tappa obbligata del tour il palco del più importante festival rock-blues in Italia, dopo 9 anni dalla loro prima esibizione.
Questa sarà inoltre l’ unica data toscana dei Jethro Tull che si esibiranno in una scaletta, tra grandi classici e brani meno conosciuti, che sarà maggiormente imperniata sui primi tre album, This Was e Stand Up, oltre a Benefit del 1970. Insomma Un modo per rileggere musiche che hanno portato la band a trasformare un suono più tipicamente blues verso un’ atmosfera più eclettica, che annuncia il progressive. Inoltre, foto e filmati d’ epoca accompagneranno il concerto per ripercorrere 40 anni di storia, più di 65 milioni di dischi venduti e più di 3.000 concerti in 40 paesi.

Le tre giornate del Festival saranno articolate in varie iniziative tra workshops, concerti, incontri, letteratura, cinema e show cases nelle varie sedi del festival: Piazza Duomo, Teatro Bolognini, Fortezza di S. Barbara, Melos e Piazza della Sala. Il palco più hot sarà quello tradizionale di Piazza Duomo.

Come sempre poi grande attenzione sara’ dedicata al mondo giovanile e alle formazioni emergenti grazie ad Obiettivo Bluesin che giunto alla 13° edizione, con oltre 700 gruppi partecipanti alle selezioni, promuove i giovani artisti italiani. Pistoia Blues ospita anche il progetto Area 24 – web contest musicale- che si materializzera’ sul palco attraverso la presentazione dei migliori artisti emergenti della rassegna.

L’ edizione 2008 prevede anche la collaborazione con altri festivals internazionali ed un progetto da nome “Blues Trail” nato per valorizzare il blues “made in Europe”, con mainifestazioni che si svolgeranno in Polonia, Svezia e Norvegia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>